Grazie per il tuo feedback.
Hai appena aggiunto questo prodotto alla tua wishlist
Hai appena tolto questo prodotto dalla tua wishlist
Non puoi aggiungere altri prodotti alla tua wishlist
Non puoi aggiungere altri prodotti alla tua wishlist
Vuoi cancellare la tua lista di confronto?
Continua e cancella
Puoi confrontare solo i prodotti della stessa categoria.
Hai appena aggiunto un articolo da confrontare. Continua!
L'articolo è stato rimosso dalla tua lista di confronto.
La tua lista di confronto è piena!
Nella tua lista è rimasto 1 solo prodotto. Aggiungine altri da confrontare.
Know Your Food: Cavolfiori
Know Your Food: Cavolfiori

1m letto

Know Your Food: Cavolfiori
Know Your Food Cauliflower_1 _1920x600
Know Your Food Cauliflower_1 _375x600

Il cavolfiore è un ortaggio versatile, forse più noto per le sue proprietà benefiche. Può essere aggiunto a tantissime pietanze, dona infatti corpo e massa nelle ricette a basso contenuto di carboidrati. La maturazione al fresco e la capacità di conservazione superiore fanno del cavolfiore una base autunnale e invernale per qualsiasi cosa, dagli stufati alle zuppe o alle insalate, e ha trovato una collocazione in luoghi sorprendenti, compresa la crosta della pizza!

 

Questo ortaggio è ricco di vitamine: 1 tazza contiene circa il 75% della dose giornaliera raccomandata di vitamina C.  Ogni sua parte, dai gambi alle foglie, è commestibile! Le cimette sono la parte del cavolfiore che viene più spesso cotta al vapore o arrostita (ma possono essere consumate anche crude o sottaceto), tuttavia anche le foglie e i gambi non vanno buttate. Queste parti dell'ortaggio vengono spesso gettate via, invece bisognerebbe ridurre gli sprechi alimentari e conservarle per aggiungerle, per esembio, al brodo vegetale fatto in casa!

 

Dove acquistare i cavolfiori

 

I cavolfiori possono essere coltivati, raccolti e venduti tutto l'anno, ma sono per natura una coltura da clima fresco. Il sole e il caldo fanno emergere i sapori amari dei boccioli non ancora sviluppati, mentre il freddo e il gelo ne fanno emergere il lato più dolce. I cavolfiori si trovano in quasi tutti i mercati in qualsiasi periodo dell'anno, ma danno il meglio di sé in autunno e in inverno e persino all'inizio della primavera. In questo periodo si trovano anche i prezzi più bassi, anche se sono sempre relativamente economici. Sono venduti freschi a cespo intero e in cimette pretagliate e confezionate, sia fresche che surgelate.

Come cucinare i cavolfiori

 

Il cavolfiore crudo viene spesso abbinato a salsine cremose ed è un'aggiunta popolare a un piatto di verdure crude o di cruditè. Il cavolfiore può essere gratinato al forno, cotto al vapore, saltato in padella o fritto. Si può anche schiacciare il cavolfiore per servirlo come contorno, come le patate. 

 

Sia che vengano cucinati o mangiati crudi, i cavolfiori sono più comunemente spezzati o tagliati in cimette. Vengono eliminate le foglie esterne, che possono essere tagliate e aggiunte a un soffritto o a una zuppa. Il torsolo viene spesso rimosso e scartato, ma è altrettanto commestibile e gustoso delle cimette. Potete tritarlo e cucinarlo insieme alle cimette, soprattutto se state preparando una zuppa di cavolfiore. L'intera testa del cavolfiore può anche essere arrostita per una splendida presentazione.

 

Scopri le nostre ricette:

 

Come conservare i cavolfiori

 

Conservate i cavolfiori avvolti in un contenitore di vetro in frigorifero. Appena acquistati, i cavolfiori durano fino a due settimane. Tagliate il cavolfiore in cimette e conservatelo sigillato in un sacchetto in frigorifero per una settimana al massimo. Per una conservazione più lunga, è meglio sbollentare e congelare le cimette, che si conservano fino a un anno.

Varietà di cavolfiori

 

Le teste bianche dei cavolfiori sono le più familiari e riconoscibili, ma sono disponibili anche altre varietà. In alcuni mercati si possono trovare anche cavolfiori viola italiani o cavolfiori dorati. Il cavolfiore Romanesco  è il più particolare, con le sue cimette verdi e appuntite che assomigliano più a una pianta grassa che a un ortaggio. Sono un'alternativa divertente (soprattutto per i piatti di verdure) e possono essere utilizzati proprio come il più comune cavolfiore bianco.